Tavola Rotonda su "La rappresentazione dei simboli religiosi in Aldo Mondino"

In chiusura della mostra curata da Valerio Dehò e promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Pietrasanta in collaborazione con l'Archivio Mondino, si terrà una tavola rotonda aperta al pubblico sul tema "la rappresentazione dei simboli religiosi in Aldo Mondino" presieduta dallo stesso curatore, a cui sono stati invitati studiosi e conoscitori dell'opera dell'artista torinese.

Il tema, a cui è stata dedicata la sezione della mostra nella Chiesa di Sant'Agostino, è stato molto frequentato da Mondino che si è occupato non solo della religione cattolica, ma soprattutto di quella ebraica, a cui apparteneva la madre. Ma nello stesso tempo si è occupato anche di simboli straordinari come la Torre di Babele e il sole (come archetipo di una religione naturale), ha indagato simbologie legate all'Islam con i suoi tappeti o i quadri dedicati alla setta dei dervisci rotanti.
Mondino ha saputo trasformare questi simboli in arte contemporanea; pur essendo laico ha però sempre sentito il legame con la religione come fonte di spiritualità e di credenza collettiva.

Alla tavola rotonda sono stati invitati Elio Carmi, designer consultant e responsabile delle attività culturale della sinagoga di Casale Monferrato; Alessandro Romanini, docente di Teoria della percezione e psicologia della forma presso l'Accademia di Belle Arti di Carrara e direttore del Centro Arti Visive di Pietrasanta; Antonio Mondino, figlio dell'artista e amministratore unico dell'Archivio Aldo Mondino.

Pietrasanta (LU)
Piazza del Duomo e Complesso di Sant'Agostino
Finissage della mostra "Aldo Mondino Scultore"

12-12-2010 - 12-12-2010